Aspettative

Più conosci una persona più riesci a prevedere le sue reazioni davanti ad ogni situazione. Bilanci, così, il tuo livello di aspettative su questi a seconda che in passato il suo agire abbia più o meno incontrato la tua approvazione. Più saranno le delusioni, meno l’entusiasmo di andare avanti

Arriviamo ad un bivio: L’altro non è all’altezza delle aspettative perchè il suo essere sè stesso, la sua attitudine naturale, glielo impedisce o perchè tra noi due uno sbaglia qualcosa? Magari io credo erroneamente che ci sia un unico comportamento da adottare in una certa situazione; o magari è l’altro a non aver valutato bene le implicazioni di un atteggiamento che effettivamente è da rettificare perchè inappropriato, scomodo o deleterio verso il quieto vivere in gruppo.

Nel primo caso credo ci sia poco da fare. È già noto quanto importante sia non cambiare la propria natura per il piacere di un’altra persona. Nel secondo caso quello che si può fare è prima guardarsi dentro, poi immedesimarsi nell’altro e poi guardarsi intorno. Ci si chiede quindi cosa si vuole, quanto questo influenzi il benessere dell’altro e se è un pensiero condiviso nella società da cui veniamo e dove ci troviamo al momento.

Fatti due conti la prima volta, non ci sarà più bisogno di tornare a rifletterci. Se l’altro non è all’altezza delle aspettative perchè la sua spontaneità lo conduce ad altre azioni e parole, allora, come dice il tweet, sperare di ottenere qualcosa di diverso è tempo perso; ma se l’errore dipende da uno dei due allora ci sarà la possibilità di mettersi a punto.

#Iononboicottobarilla

Una delle osservazioni più ritwittate tra quelle di chi la pensa diversamente sul caso Barilla, scoppiato ieri sui social network:

Di certo le parole di Guido Barilla non sono le più felici, ma il mondo gay è diventato opprimente come una fidanzata gelosa: Ti ascolta aspettando che ti scappi una parola ambigua per indisporsi e cominciare a dire che non la ami abbastanza.

Una bella alternativa

Guarnite l’espressione tra virgolette con un sorriso vagamente nascosto nello sguardo diretto che lei vi porge… ed avrete il quadro perfetto di questo momento:

Per me la gelosia è una delle espressioni dell’amore. A volte è troppa, a volte è troppo poca… ma espressa con quelle parole non può essere che genuina e guadagnarsi tranquillamente il posto di un “Ti amo”, al giusto momento.

Una partita da giocare

Twitter mi ha dato modo di imbattermi ed apprezzare l’ironia di questa donna che usa la sedia a rotelle più come veicolo per la sua comicità che come mezzo per muoversi, senza alcun vittimismo. Oggi ci ha deliziato con questo tweet:

Leggendolo ho sentito come un richiamo a turbamenti passati, causati sia da ciò che è umano che da ciò che è divino; ma anche apertura mentale, risolutezza e poi allegria. Per questo adesso è tra i miei preferiti; maturazione condensata in una battuta.

Cos’è un blog ?

Blog e la forma contratta di “Web-Log”, cioè di “diario on-line”, quindi non è nient’altro che uno spazio Web dove il titolare, il blogger, scrive e condivide i propri pensieri e le proprie opinioni.

Attualmente è praticamente sostituito dai vlog e tlog, rispettivamente “video-blog”, dove una persona parla di fronte alla webcam invece di scrivere, e “Tumbleblog”, spazi on-line più «social» e più ricchi di contenuti (foto, video, link, chat, citazioni ecc ..)

Il sito più famoso nell’offerta di blog è sempre stato WordPress.com, ma recentemente sta venendo dimenticato grazie alla diffusione di TumblR, che è l’emblema del tumbleblogging. Con un paio di click, infatti, in TumblR puoi creare nuove pubblicazioni di qualunque tipo. Ha una grafica meno austera ed è molto ben indicizzato nelle ricerche di Google, così che se eventualmente si avesse bisogno delle informazioni condivise queste possano essere ritrovate abbastanza agevolmente

Io non mi sono mai dedicato alla cura di un blog benché abbia aperto questo qui su WordPress e quest’altro su Libero.it. Erano sempre poco accattivanti e non si sapeva mai cosa scrivere. Poi è arrivato TumblR e bloggare è diventato molto più quotidiano ed alla portata di tutti; così oggi, qui, è possibile ammirare WinklR, il mio blog su TumblR, in aggiornamento più costante.

Vedremo a cosa dedicherò WordPress 🙂